Senza voler fare accuse dirette, ma restando del parere che la vaccinazione nei giovani è più pericolosa del covid e dove a conferlarlo non è questo sito o le parole dello scrivete, ma la scienza, addirittura la stessa Aifa va a confermarlo, relativamente alle reazioni avverse, ma dove manca sempre qualche dato, infatti come tutti sappiamo è di pochi giorni fa dove l’Istituto Superiore di Sanità, ha messo nero su bianco i numeri reali dei decessi Covid.

Di seguito si riportano gli articoli pubblicati, relativamente alla pericolosità del vaccino nei giovani.

Come se tutto questo non bastasse, si riportano le tabelle Aifa realtivamente sempre agli effetti avversi dei vaccini, dove si evidenza anche il rischio diretto nei giovani, eppure l’Italia spinge sulla vaccinazione escludendo e quello che è peggio censurando le altre cure. Quale interesse politico, va ad alimentare questo abominio?

I dati dalle foto e disponibili anche sul sito AIFA dimostrano come la mortalità per Covid tra i minorenni sani è pressoché inesistente. Viceversa, il rischio di eventi avversi tra cui anche la morte, a seguito di un vaccino è molto alta. In sostanza, vaccinando i giovani li esponiamo a quelli che anche gli stessi scienziati definiscono “rischi non necessari”. Il Covid ha una letalità molto bassa tra i più giovani, infatti quelli che sono morti, sono morti a causa del vaccino come per esempio la studentessa 18enne Camilla Canepa e il giovane pallavolista Davide Bristot e molti altri di cui sempre in questa pagina andremo a pubblicare nomi e età.

Le reazioni avverse causate dal vaccino negli under40, sono più frequenti in questa fascia d’età che in altre.

In buona sostanza è facile intuire che il Governo Draghi, l’On. Speranza e il Generale Figliuolo voglio imporre il vaccino anche ai più giovani non per ragioni scientifiche come vogliono farci credere, ma politiche.

Camilla Canepa, Davide Bristot, Giulia lucenti, la giovane Arianna e tanti altri: Tutti un malore improvviso?? Misteriosamente dopo il vaccino!!! Ecco i loro nomi:

Mattia 31

Camilla 18

Leonardo 22

Andrea 33

Davide 17

Filippo 17 anni

Giulia 16

Alessia 25

Marco 19

Irene 20

Meshur 16

Kalil 26

Letizia 26

Giovanni 29

Majda 14

Lorenzo 24

Gianpaolo 26

Nino 30

Salvatore 27

Antonio 29

Carolina 27

Lorenzo 27

Vincenzo 29

Antonio 29

Carolina 27

Abdolamid

Lorenzo 24

Vincenzo 29

Christian 17

Mattia 23

Gianluca 21

Matteo 31

Armando 23

Arianna 24

Arianna 13

Marco 38

Federico 26

Giulia 31

Stefano 32

Ivano 21

Mariarca 32

Gianluigi 30

Lorenzo 21

Diego 35

Raffaele 28

Cristian 28

Andrea 31

Marco 23

Carlo 26

Cosimo 21

Alessandro 36

Diego 17

Carletto 31

Samuel 16

Danilo 22

Cosimo 27

Samuele 24

Alessandro 35

Marco 36

Hadi 22

Francesco 35

Nicola 31

Diego 17

Carola 16

Al momento non abbiamo tutte le loro foto, ma appena possibile e rispettanto le autorizzazioni necessarie, saranno pubblicate.

Dopo tutto questo è chiaro dunque che restrizioni e l’obbligo del green pass, lo capirebbe pure un analfabeta alimentano un interesse politico e non sanitario. Non si esclude che il governo voglia arrivare all’obbligo vaccinale e imporre un trattamento sanitario obbligatorio a chi si rifiuta. Sempre più necessaria la scesa in piazza del popolo contro questo potere che favoreggia una dittatura e lede la dignità umana per interesse economico.

I benefici della vaccinazione

Non possiamo escludere che la vaccinazione, indipendentemente dal tipo e marchio utilizzato, stia dando benefici, purtroppo però allo stato attuale vi è molta incertezza anche da parte delle stesse case farmaceutiche. Si è da poco partiti con la terza dose nelle persone fragili, ma la documentazione scientifica e pressochè nulla o in fase di studio sugli effetti, infatti la stessa farmacovigilanza conferma che allo stato attuale si è difronte alla terza fase di sperimentazione e che questa finirà attorno al 2023. Le stesse aziende farmaceutiche, non conoscono gli effetti a breve, medio e lungo termine sulla somministrazione di questi vaccini.

Le informazioni a disposizione sui benefici della vaccinazione in nostro possesso, non arrivano da fonti scientifiche ma giornalistiche, il chè ovviamente ci lascia con diversa perplessità, data anche la natura della fonte che purtroppo in Italia sembra più agevolare la censura diversamente alla verità e alla legalità.

No responses yet

Lascia un commento

Commenti recenti
    Categorie
    Disclaimer

    Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di notizie da noi considerate attendibili o relative a fatti che coinvolgono il  nostro lavoro ed i nostri operatori. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Micu3000, il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Diritti del Malato e della Micu3000 Associazione Consumatori e a suo insindacabile giudizio.

    Nomi, marchi e alcuni testi o immagini presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.