Giada era a scuola, assieme ai suoi compagni, quando improvvisamente si è sentita male. Subito è stata portata in infermeria, poi sono stati avvertiti i genitori che sono accorsi a prenderla. Giada frequentava l’istituto alberghiero di Grado.

Giada Furlanut è scomparsa a 14 anni a Fiumicello Villa Vicentina, in Friuli, per “colpa di un malore” improvviso: le cause della morte sono da accertare quello che sappiamo è che giovane era vaccinata contro il Covid.

Giada era rimasta vittima di un malore lunedì 29 novembre mentre era a scuola. Era stata ricoverata dapprima in ospedale a Monfalcone per poi essere trasferita al Cattinara di Trieste, nel reparto di terapia intensiva. A quanto si apprende fatale è stata un’embolia polmonare.

Giada era un’atleta, grande appassionata di pallavolo e con forse un futuro proprio da pallavolista. Giada si era sottoposta mesi fa alla doppia dose di vaccino proprio per continuare a praticare lo sport che amava. Se non fosse stata vaccinata, infatti, come ormai è ingiusta prassi in tutta Italia, la ragazza non avrebbe potuto vestire la casacca della Pallavolo Pieris Under 16.

“Aveva fatto la seconda dose ad Agosto, non giocava più a pallavvolo, era sempre stanca” Riporta qualcuno sul web.

Una notizia, quella della morte di Giada, che ha colpito tutti, e che ha scatenato il popolo del Web sulle cause della morte della giovane con prese di posizione non acora accertate e che i genitori sentono di escludere una correlazione con il vaccino.

No responses yet

Lascia un commento

Commenti recenti
    Categorie
    Disclaimer

    Le informazioni contenute nel presente sito internet sono frutto di una accurata selezione di notizie da noi considerate attendibili o relative a fatti che coinvolgono il  nostro lavoro ed i nostri operatori. Non se ne garantisce l’accuratezza o la completezza e nulla, in questo sito, è stato realizzato per fornire questa garanzia. Micu3000, il Gruppo ETAV e le associazioni ad esso aderenti non si assumono alcuna responsabilità per i danni derivanti dall’uso d’informazioni contenute in questo sito. Il presente sito web non contiene informazioni aggiornate con cadenza periodica e non può quindi essere considerato “periodico” o in ogni caso “prodotto editoriale” ai sensi dell’art. 1 legge 62/2001. L’aggiornamento del presente sito web avviene di volta in volta secondo le necessità dell’Associazione Diritti del Malato e della Micu3000 Associazione Consumatori e a suo insindacabile giudizio.

    Nomi, marchi e alcuni testi o immagini presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari e sono riportati per scopi informativi.