Le news ADM sul Covid-19

In questa pagina è possibile trovare tutte le informazioni e consigli utili su come affrontare la pandemia da Coronavirus Covid-19 nonchè i pensieri e l’ideologia dei nostri medici in merito alla campagna vaccinale e le informazioni corrette per chi vuole vaccinarsi.

Vaccini AstraZeneca sono sicuri?

Dopo il ritiro ed il successivo ok dell’EMA, ancora nuovi dubbi emergono su questo vaccino. Anche gli usi che in un primo tempo lo avevano privilegiato, ora porgono dei dubbi. Come ADM non siamo in grado di confermare se AstraZeneca sia un vaccino sicuro.

Covid: cosa non ha funzionato e non sta funzionando in Italia.

Qualcosa in Italia, non ha funzionato e non sta funzionando in tema di contrasto alla pandemia. In primis i dati che quotidianamente ci vengono forniti dalle agezie di stampa su indicazione del Ministero della Salute e i contrasti tra questo e il CTS detto anche “cabina di regia”. In secondis ma direttamente legata alla prima, la suddivisione dei colori per le regioni e le relative restrizioni, e non per ultimo la campagna vaccinale con tutti gli annessi che il vaccino comporta. ADM non è contraria, ma serve più chiarezza.

Covid: sta veramente rallentando?

I dati forniti dal ministero non sono rassicuranti, ma gli stessi dati sono oggetto al momento di interrogazione tra gli esperti. Da quando c’è emergenza Covid, sembrano essere dimenticate le altre patologie cliniche. Finora quanti sono i decessi per tunore o altro? Non lo sappiamo, sappiamo solo dei decessi Covid, ma sono tutti decessi dovuti al Covid? Abbiamo prove per dimostrare che non è così, non tutti i decessi dichiarati Covid, lo sono effettivamente. Dicasi lo stesso per il numero cei contagi, abbiamo prove per dimostrare che una persona dichiarata positiva al Covid, al secondo tampone positivo, viene ridefinita nuovo positivo come la prima volta. Per questa ragione diciamo che non vi sono dati certi. Ma è vero che sta rallentado? Non possiamo dirlo, questo a causa della poca chiarezza dei dati.

I medici ADM, sono contrari ai vaccini?

Questa è una domada che ci fate in molti, no, i medici che compongono l’Associazione Diritti del Malato, non sono contrari alle vaccinazioni anzi tutt’altro. I medici ADM sono contrari alle sperimentazioni, i vaccini Covid-19 allo stato attuale rappresentano una sperimentazione, che giusto si faccia, ma sulla libera scelta del cittadino e con la giusta informazione. La campagna vaccinale Covid-19 è fatta e gestita in modo errato, la popolazione non è sufficientemente preparata sui benefici e i rischi della terapia sperimentale.

I medici ADM, sono vaccinati contro il Covid-19?

Anche questa è una domanda che molti ci fate, no, solo un medico su quattro di noi ha completato il ciclo vaccinale. Gli altri tre medici secondo l’ingiusto Decreto 44/2021 sono stati sospesi dal salario e dalle attività con i pazienti nel Servizio Sanitario Locale, ma ugualmente possono esercitare in libera associazione come per esempio all’interno dell’ADM in regime di volontariato. Molti noi decidono di non vaccinarsi perchè magari soggetti a rischio di altre patologie oppure perchè non vi è la certezza che il vaccino contro il sars Cov 2 responsabile del Covid-19 garantisca realmente l’immunità. Si è davanti ad un vaccino sperimentale che non tutela il vaccinato da ulteriori contagi. Quindi è necessario continuare ad utilizzare i dispositivi di sicurezza.

Leggi l’articolo pubblicato sul “VicenzaToday”

Miocardite e pericardite con Pfizer e Moderna

L’EMA ha annunciato in un comunicato ufficiale di rari casi di Miocardite e Pericardite che si possono verificare con la vaccinazione Covid-19 con Pfizer e Moderna. Il Comitato raccomanda, pertanto, di inserire la miocardite e la pericardite come nuovi effetti indesiderati nelle Informazioni sul Prodotto, insieme a un’avvertenza per sensibilizzare gli operatori sanitari e le persone che assumono questi vaccini. Il Comitato ha concluso inoltre che “i casi si sono verificati principalmente entro 14 giorni dalla vaccinazione, più spesso dopo la seconda dose e nei giovani adulti di sesso maschile. In cinque casi verificatisi nel EEA, l’esito è stato fatale.

Il TAR Lazio condanna AIFA ad inviare documenti relativi gli anticorpi al Comitato Cura Domiciliare. Covid-19

Il Tar del Lazio ha accolto l’Istanza del Comitato Cura Domiciliare Covid 19 relativamente la negazione di accesso agli atti da parte di Aifa, relativamente ad una riunione tenutasi nell’autunno del 2020 tra Aifa e la società Eli Lilly, produttrice di anticorpi monoclonali, che aveva proposto una sperimentazione gratuita all’Italia che fu invece rifiutata.

Leggi l’articolo su “LaTuaEtruria” del 17/07/2021

Il 60% dei vaccinati londinesi è ricoverato

Il 60% delle persone attualmente ricoverate nel Regno Unito per Covid è “completamente vaccinato”, ha affermato Sir Patrick Vallance, consigliere scientifico del governo britannico in una conferenza stampa alla quale partecipa da remoto il premier Boris Johnson.

Leggi l’articolo su “ImolaOggi del 19/07/2021

Variante Delta, il 40% degli infetti è vaccinato con due dosi Pfizer

A inquietare gli esperti è soprattutto il fatto che il 40% delle persone colpite dalla mutazione incriminata è costituito da persone che hanno completato il ciclo vaccinale, con il preparato Pfizer. Necessario più di altro reintrodurre alcune misure di emergenza, come l’obbligo di indossare le mascherine.

Leggi l’articolo completo su “il Gionale.it” del 29/06/2021

Tutti i deceduti positivi conteggiati come “morti Covid”. Lo conferma l’avvocatura dello Stato

Nella modalità di conteggio dei morti CON covid o PER covid. L’avvocatura di Palazzo Chigi e del ministero della Salute si è lasciata sfuggire un’ammissione, qualsiasi persona deceduta per altre cause, tumore, leucemia, infarto, se trovato positivo al tampone, è stato dichiarata in Italia morta di Covid.

Leggi l’articolo su: “il paragone.it”

Via libera a cinque terapie contro il Covid entro ottobre. A stabilirlo l’Unione Europea

Cinque trattamenti contro il Covid-19. Si tratta di terapie “che potrebbero essere presto disponibili” in tutta l’Ue. Quattro sono anticorpi monoclonali attualmente in revisione in tempo reale da parte dell’Agenzia europea per i medicinali, un’altra è un immuno-soppressore, già autorizzato per pazienti non Covid e che potrebbe ricevere l’ok anche per il Covid.

Leggi la notizia su “ANSA”

“I vaccinati contagiano come i non vaccinati”, allora il Green Pass?

Far passare il messaggio che il non vaccinato sia un pericolo pubblico non è corretto. È un pericolo per se stesso, eventualmente. Può infatti contrarre la malattia e restare asintomatico come può invece sviluppare sintomi anche gravi, ma del resto può infettare, come può farlo un vaccinato”. È sulla scorta di queste evidenze scientifiche che occorre uscire subito da questo tunnel ideologico e recuperare la razionalità, comprendere che su queste basi il Green Pass non ha nessuna logica sanitaria e rischia di creare i germi di divisione sociale verso un nuovo apartheid tra vaccinati e non vaccinati.

Leggi la notizia su: “AlessandriaOggi.info”

Vaccinazione Covid-19 nei pziente affetti da sindrome di Ménière. Sono in corso accertamenti da parte dell’ADM

La malattia di Ménière è una patologia dell’orecchio interno, che causa vertigine, ipoacusia neurosensoriale fluttuante e acufeni. Non esiste un esame diagnostico affidabile. Le vertigini e la nausea sono trattate sintomaticamente con anticolinergici o benzodiazepine durante gli attacchi acuti.

Che tipo di correlazione può esserci con la vacinazione Covid-19? Un paziente affetto dalla sindrome, si è rivolto ai medici ADM poichè a seguito della vaccinazione Covid-19 ha subito la perdita definitiva dell’udito da ambo i lati.

I disturbi riguardanti l’orecchio e l’udito non sono considerati fra i principali effetti collaterali dei vaccini Covid-19, anzi sono ritenuti molto rari. Accertamenti in corso dall’Associazione Diritti del Malato.

Allarme dagli Usa: “Abbiamo sottostimato i danni dei vaccini”

“Viviamo in un’epoca di imposizione di massa – hanno spiegato il fisico ed esperto di politiche sanitarie Joseph A. Ladapo e Harvey A. Risch, professore di epidemiologia all’Università di Yale. – provocata da un’imponente corruzione mediatica dei canali mainstream e medici. In America è probabile che i rischi dei vaccini siano stati sottostimati dagli organi ufficiali, ricevendo una pubblicità inferiore al dovuto. Ci sono numeri consistenti di eventi avversi e decessi nei primi due o tre giorni dalla vaccinazione, con significative sottovalutazioni dei dati reali”.

La proposta choc di Crisanti, l’ndamento del Governo e le affermazioni di Luca Zaia Governatore del Veneto. Il commento di Claudio Greggio direttore ADM

“Se non ti vaccini, via la copertura sanitaria” dice il virologo Crisanti. “Stop tamponi gratis, una scappatoia ai vaccini” commenta invece Luca Zaia Governatore del Veneto. Dello stesso monito sembra essere il Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza.

Il protocollo politico nella cura al Covid-19
ha già ammazzato miliaia di persone, è ora che la politica si tolga di mezzo dalla sanità. Le affermazioni
di Crisanti e Zaia offendono il lavoro di medici e operatori sanitari che quotidianamente lavorano negli ospedali per curare non solo i pazieti Covid, ma tutte le patologie sanitarie dell’essere umano, anche le reazioni avverse dei vaccini covid, su cui ancora nessuno ha detto la verità agli italiani.

Si legge su SENATO:IT. Siamo difronte a vaccinazioni sperimentali, e sono in corso gli studi di fase tre sui vaccini COVID-19 e non dovrebbero concludersi fino alla fine del 2022/inizio 2023. I vaccini sono, quindi, attualmente sperimentali con dati limitati sulla sicurezza degli adulti a breve termine e non disponibili (…). La tecnologia del vaccino mRNA completamente nuova, che non è mai stata precedentemente approvata per l’uso nell’uomo (…). I potenziali effetti a insorgenza tardiva possono richiedere mesi o anni per manifestarsi. Le limitate sperimentazioni sui bambini intraprese fino ad oggi sono totalmente sottodimensionate per escludere effetti collaterali non comuni ma gravi. I bambini hanno una vita davanti a loro e i loro sistemi immunologici e neurologici sono ancora in fase di sviluppo, il che li rende potenzialmente più vulnerabili agli effetti avversi rispetto agli adulti.

Volete vaccinare la popolazione??? iniziate a dire la verità.

Perdita della voce con vaccino Astrazeneca. Sono in corso accertamenti da parte dei medici ADM

Che tipo di correlazione può esserci con la vacinazione Covid-19? Ancora non possiamo dirlo, quelle che però è certo, una donna cinquantenne dopo la seconda dose di vaccino, ha perso completamente la voce. Non sappiamo se in modo transitorio o se sarà un problema a lungo termine. I nostri medici stanno lavorando per comprenderne le cause e capire con quale frequenza l’effeto avverso potrà manifestarsi.

Vaccinazione Covid-19 nei pziente affetti da sindrome di Ménière. Sono ancora in corso accertamenti da parte dell’ADM

I disturbi riguardanti l’orecchio e l’udito non sono considerati fra i principali effetti collaterali dei vaccini Covid-19, anzi sono ritenuti molto rari. Accertamenti sono ancora in corso da parte dei medici dall’Associazione Diritti del Malato.

Nei pazienti soggetti a labirintite, la vaccinazione Covid-19 può portare alla comparsa della sindrome di Ménière?

La labirintite – o otite interna, o anche neurite vestibolare – è una infiammazione dell’orecchio interno, più precisamente del labirinto (il nome scientifico è canali semicircolari dell’orecchio interno), una struttura dal cui buon funzionamento dipende il mantenimento della postura e del senso di equilibrio.

Sono in corso accertamente da parte dei medici ADM sulla possibile comparsa nei soggetti con problemi di labirintite, della malattia di Ménière.

Vaccino Pfizer, efficacia tra ci si vaccina e chi no.

Il dott. Dario Aiello, chimico farmaceutico di Consensus Ars Medica ha esaminato la seconda tabella del vaccino Pfizer. Dai dati è emerso che chi si vaccina ha una protezione dello 0,8% rispeto ai non vaccinati. In sostanza con questo vaccino chi si vaccina e non lo fa ha comunque la stessa protezione.

Preme quindi considerare che a fronte di una efficacia dichiarata ininfluente, la sicurezza rimane ampiamente ancora da valutare.

Vaccini, ecco quello che non vi dicono. Intervista alla dott.ssa Barbara Balanzoni

Il 23 agosto su “La Verità” è uscita una intervista alla dottoressa Barbara Balanzoni Medico chirurgo, anestesista e rianimatore, medico militare con anche una laurea in legge. Vi inviatiamo a leggere l’articolo intervista.

Decessi e malori dopo l’iniezione e scattano le denunce in tutta Italia.

L’arresto cardiaco di un cinquantenne veneto, la morte di una scrittrice sarda, i nervi danneggiati di un uomo inoculato con Pfizer, tante le denunce in tutta Italia. Il nostro governo sembra sordo e continua la sua azione delirante.

Le parole del Premio Nobel Montagnier sui vaccini Covid a rischio censura.

Vaccino anti-covid, le parole del Premio Nobel Montagnier: “Rischiamo di avere effetti assolutamente imprevedibili, per esempio dei tumori”.

Montagnier torna alla carica: “Il vaccino non è sicuro. La campagna in piena pandemia? Errore grave”

Montagnier ribadisce coraggiosamente, in una intervista rilasciata a Fuori dal Coro e ripresa da La Verità,  la sua contrarietà alla vaccinazione di massa a pandemia in corso.

Big Pharma paga pediatri e membri del CTS

Villani, fautore dell’iniezione ai bimbi, ha fatto incassare mezzo milione alla Società di pediatria per i congress . Ha ricevuto soldi da Gsk, Merck, Sanofi e Pfizer, che ha finanziato pure Roberto Bernabei e Massimo Antonelli. Ma tutti e tre negarono conflitti d’interessi.

Gli Italiani scelti dagli Usa come cavie per la vaccinazione anti-covid

Il nostro Paese, rappresentato dall’allora ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal Presidente dell’Agenzia italiana del Farmaco (Aifa) prof. Sergio Pecorelli, ha ricevuto l’incarico dal Summit di 40 Paesi cui è intervenuto anche l’ex presidente USA Barack Obama”.

Denunciata la Lorenzin, ha nascosto documenti che svelano i danni dei vaccini

Anche l’Associazione Micu3000 si scaglia contro l’allora ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sul tema dei vaccini. l’ex ministro avrebbe nascosto documenti che mettono luce sulla reazione avversa dei vaccini su un numero elevato di pazienti. L’accusa al ministro è di omissione d’atti d’ufficio.

Vaccini, dichiarazione shock: “nel 2032 il 50% della popolazione sarà autistica.

La difesa a spada tratta dei vaccini avviene sempre più attraverso la censura e l’intimidazione e non attraverso prove scientifiche inconfutabili. Vari governi dei paesi occidentali ed industrializzati, quello italiano in primis (Renzi e Lorenzin), hanno ritenuto di applicare leggi assolutamente anti-democratiche e coercitive per costringere i pazienti a fare i vaccini ed anche tanti, perché gli interessi di “Big Pharma” (le multinazionali del farmaco) sono intoccabili, al pari di quelli della mafia.

dott.ssa Balanzoni: il tampone nei bambini puo portare a encefalite e meningite.

“il tampone é una procedura che per la sede anatomica é molto delicata e può diventare pericolosa perché se eseguito male può portare ad encefaliti e meningiti“, oltreché ad altre problematiche. La dott.ssa poi pone le seguenti domande: “Chi ha detto che un infermiere può eseguire i tamponi? Io, personalmente, un tampone me lo faccio fare solo da un otorino”.

Stato vaccinale Covid: Finalmente il Ministero dell’Istruzione interviene sull’invadenza ai danni degli alunni.

Per stigma sociale, pregiudizio, ignoranza, psicosi mediatica, alcuni insegnanti – ha scritto Cliva nella missiva – si sono permessi di prendere dati personali sanitari per alzata di mano ed i ragazzi sopra i 12 anni sono stati ridicolizzati, divisi, bullizzati istituzionalmente davanti a tutta la classe per la scelta di non esser stati vaccinati con un siero sperimentale, quello contro il Covid-19, che secondo il Codice di Norimberga MAI dovrebbe implicare l’obbligatorietà, costrizione e ricatto”.

Arriva la pillola anti-Covid: “Dimezzato il rischio di ospedalizzazione e morte”

Una pillola per il trattamento del Covid in grado di dimezzare il rischio di ospedalizzazione e morte: la compagnia farmaceutica americana Merck Sharp & Dohme (MSD) e Ridgeback Biotherapeutics hanno annunciato di aver ultimato il perfezionamento dell’atteso farmaco, e di essere pronte a chiedere ora alla Fda americana e agli altri enti regolatori l’autorizzazione per l’uso.

Stop al vaccino per i givani. La decisione di Svezia e Danimarca, ma l’Italia continua malgrado conosca i rischi. Quale disegno politico sta sotto a questa omertà?

Niente vaccino per i giovani. A deciderlo è stata l’agenzia svedese per la sanità pubblica, che ha sospeso la somministrazione del farmaco anti-Covid Moderna per tutti i cittadini nati nel 1991 e negli anni seguenti. Il motivo? Le troppe incertezze relative alla possibilità di effetti collaterali gravi, come la miocardite. Eventi considerati “rari” ma che hanno comunque spinto alla prudenza.

Il pediatra: “Nel 2022 speriamo di vaccinare i bimbi tra 6 mesi e 5 anni”

“La vaccinazione anti Covid-19 attualmente è praticata ai ragazzi dai 12 anni compiuti, entro la fine dell’anno probabilmente il vaccino sarà disponibile per la fascia 5-12 anni, e speriamo che nel 2022 si possano vaccinare anche i bimbi tra i 6 mesi e i 5 anni.

Medici di base e mancate esenzioni. Con Barbara Balanzoni

La dottoressa Barbara Balanzoni medico e giurista, interviene alla trasmissione “100giorni da leoni” per parlare delle mancate esenzioni che i medici di base fanno per indurre la gente alla vaccinazione Covid, magari conoscendo i rischi per il paziente.

E’ suonata l’ultima sveglia. La dottoressa Barbara Balanzoni interviene a “100giorni da leoni”

La dottoressa Barbara Balanzoni medico e giurista, interviene alla trasmissione “100giorni da leoni” per parlare delle vaccinazioni Covid e delle ultime azioni restrittive del Governo.

Bambina di sette anni ha reazione avversa al vaccino. Ricoverata in ospedale

Una bambina di sette anni è stata ricoverata a causa di un infarto e un’emorragia cerebrale: aveva ricevuto la sua prima dose di vaccino anti Covid una settimana prima.

Dopo la terza dose, tutto pronto anche per la quarta. Lo rivela il CTS coordinato da Franco Locatelli

Deve ancora finire la campagna non poco discussa della terza dose, che il comitato Tecnico Scientifico coordinato da Franco Locatelli, sta già pensando alla quarta. Ma il gioverno Draghi è pronto a misure estreme visto il fallimento del super Green-Pass.